Daniele Salvati – “Alberi”

Un album con i fiocchi, difficile da capire ma bello da sentire per chi segue la corrente musicale sperimentale. Se pensate di ascoltare la classica musica rock o pop , non vi fate illusioni, Daniele Salvati con il suo nuovo album “Alberi” ha messo insieme sette tracce dal sapore decisamente elettronico, mettendo in risalto le sue potenzialità di musicista. Il lavoro è pubblicato dall’etichetta italiana Blue Spiral Records, ed è disponibile in CD e vinile, nonché sulle piattaforme digitali.

E non stiamo parlando solo della qualità tecnica e compositiva legata alla parte strumentale, ma anche al messaggio che Daniele ha dato con questo album: un viaggio interiore composto da sette movimenti si sette minuti ciascuno.

Il merito di Salvati è quello di aver apportato contributi sonori nuovi, impreziosendo significativamente tutte le tracce dell’album, che nel complesso potremmo definire come “l’albero delle meraviglie”. I dettagli, minuziosamente elaborati, fanno la differenza e di fatto lo collocano questo lavoro tra le produzioni più convincenti dell’attuale panorama elettronico/sperimentale italiano.

È dunque un album che possiamo definire come un concentrato di ottima fattura e eccezionale sound, qualcosa di raro da trovare di questi tempi, dove in genere il banale e lo scontato sono sempre alla portata di tutti, o quasi.

Ascoltarlo è come guardare una serie di alberi fiorire all’orizzonte.

About The Author