Esperanto in digital download, in streaming e in CD “Voices” il nuovo disco del trio Jazz

Disponibile in digital download, in streaming e in CD “Voices” (DaVinci Publishing)  il nuovo disco di Esperanto, ensemble jazz formato da Luca Falomi, Riccardo Barbera e Rodolfo Cervetto. Il lavoro, che arriva a tre anni dall’omonimo album di debutto, rappresenta una naturale evoluzione in termini di suono ed arrangiamenti, grazie anche alla presenza di diversi guest alla voce e strumentisti come Esmeralda Sciascia, Cluster, Petra Magoni, Stephane Casalta, Ensemble Tritonus, Alessia Martegiani e Anais Drago al violino, Tina Omerzo al piano, Edmondo Romano al sax, Olmo Manzano al cajon, ai bongos e alle palmas.

Ecco la tracklist di “Voices”

  1. Baia
  2. Aymara
  3. Zarba di mare
  4. Partòns
  5. Surat
  6. Bebe
  7. Sal
  8. Fuzz
  9. Manaus

Nel 2021 abbiamo sentito l’esigenza di tornare in studio per un nuovo progetto discografico – raccontano Falomi, Barbera e Cervetto –  Lavorando sul nuovo materiale ci siamo accorti che le nuove composizioni erano caratterizzate da una spiccata propensione alla cantabilità. È nato così il desiderio di allargare la tavolozza sonora del trio coinvolgendo voci provenienti dai più vari contesti musicali. La voce è lo strumento musicale più ancestrale, quello che tutti noi possediamo e che ci permette di esprimerci e comprenderci. Ogni strumento, poi, ha la sua voce, che “canta” senza usare le parole. Grazie ai cantanti e agli strumentisti di grande talento che hanno partecipato al nostro progetto, abbiamo potuto completare e arricchire le nostre idee compositive, lavorando su suoni e arrangiamenti e creando, di brano in brano, differenti impasti sonori. Petra Magoni, i Cluster, Alessia Martegiani, Esmeralda Sciascia, Tritonus Ensemble dir. Franco Radicchia, Anais Drago, Tina Omerzo, Edmondo Romano e Olmo Manzano, hanno prestato la loro “voce” al nostro progetto, raccontando la storia di ogni brano da un diverso punto di vista.

“Voices” è stato prodotto da Esperanto. Registrato, mixato e masterizzato da Marco Canepa al Fiery Water Recording Studio, San Giuliano (AL). Front cover artwork di Aleksandra Ewa Nowak. Foto di Stefano Ottonello / Steo Foto. Gli Esperanto sono: Luca Falomi (chitarre), Riccardo Barbera (contrabbasso, basso elettrico), Rodolfo Cervetto (batteria e percussioni).

Esperanto

Esperanto nasce da un’idea di Luca Falomi, giovane ed eclettico chitarrista e compositore, e dalla sua collaborazione con Riccardo Barbera, contrabbassista e compositore poliedrico e creativo. Il nome del progetto è ispirato all’omonima lingua internazionale creata alla fine del 1800 dall’unione di idiomi di origine latina, romanza, germanica, slava e orientale e la creazione di nuovi vocaboli da questi.   Esperanto letteralmente significa “speranza”, un tentativo di far dialogare i popoli, cercando di creare comprensione e pace grazie all’uso di una seconda lingua semplice ed espressiva, appartenente a tutta l’umanità e non a un solo popolo. Una lingua che valorizza gli idiomi minori altrimenti destinati all’estinzione. Il legame artistico tra Falomi e Barbera, entrambi compositori di grande sensibilità da sempre interessati alla ricerca sonora e alle contaminazioni musicali, li ha portati a collaborare ai rispettivi lavori discografici (Sober di Luca Falomi eAymara di Riccardo Barbera) e a comporre insieme materiale originale, frutto di una visione musicale comune, di esperienze artistiche simili e di una naturale sinergia. A completare l’ensemble Rodolfo Cervetto, batterista di rara sensibilità e creatività, da subito in sintonia con la natura del progetto. Il linguaggio del trio è musica strumentale d’autore nella quale, come nella lingua Esperanto, s’incontrano idiomi differenti, dal jazz alla world music passando per la musica sperimentale e quella d’avanguardia. Melodia e improvvisazione trovano il loro spazio all’interno di composizioni che si distanziano dai cliché e sintetizzano nuovi vocaboli sonori e mondi musicali. Esperanto live è uno spettacolo suggestivo, caratterizzato da una forte interazione tra i musicisti, coinvolgente ed emozionante, dove le composizioni originali si alternano a rivisitazioni di celebri pagine della musica strumentale d’autore. Un itinerario fuori dallo spazio, dal luogo e dal tempo, capace di prendere per mano l’ascoltatore e portarlo a esplorare nuovi mondi e suoni. Il trio ha pubblicato nel Giugno 2020 il suo primo albumdal titolo omonimo Esperanto, distribuito dall’etichetta giapponese DaVinci Publishing. Caratterizzato da composizioni ricercate, che lasciano ampio spazio all’improvvisazione, l’album pur avendo una forte matrice jazzistica per scelte armoniche e solistiche, ha un respiro musicale che lo porta tra la world music e la musica d’avanguardia. Registrato dal noto sound engenieer Marco Canepa, il lavoro vanta la presenza di due ospiti di rilievo: Javier Girottoal sax e Fausto Beccalossi alla fisarmonica. Il 26 Marzo 2023 uscirà il secondo album del trio, dal titolo “Voices”.

ASCOLTA QUI

About The Author