“Kraut Activity”, nuovo lavoro in studio di Paolo Di Cioccio

Le musiche dei videogiochi degli anni ‘80 sono il focus di “Kraut Activity”, nuovo lavoro in studio di Paolo Di Cioccio, musicista romano che da molti anni condivide la passione per i sintetizzatori e l’attività di compositore con quella di concertista e docente di oboe.“Kraut Activity”, pur ispirandosi al mondo dei videogiochi, quelli che si trovavano tanti anni fa nei bar o che si potevano giocare davanti al televisore, non è in realtà una mera riproposizione di quelle musiche con i suoni a 8 bit e le interminabili sequenze, ma quelle sonorità diventano qui l’idea ispiratrice rivisitata in chiave kraut. Paolo è sempre stato fedele a questo linguaggio e alle sonorità che sono diventate la sua cifra stilistica, anche se la sua produzione si apre anche a differenti generi, dal classico contemporaneo all’ambient fino all’elettronica sperimentale. «Rimango e sarò sempre affascinato dalla maestria del quartetto di Düsseldorf nel comporre melodie fantastiche che trovano la giusta realizzazione nei mezzi elettronici, analogici o digitali, e che li hanno sempre caratterizzati in tutti questi anni». L’album, prodotto e pubblicato da Aventino Music, si snoda in dieci brani scolpiti sopra un’elettronica facile ma mai scontata che ben si allinea alle sonorità dei Kraftwerk. Si passa, quindi, da brani positivi e ottimistici come “The Science of Heart” e “Feeling Good” ad ambientazioni più dark e misteriose, come in “Black Games” o “YY2”.

“Kraut Activity” su Spotify
https://open.spotify.com/album/6UC3yWalRf7bTUgYJaZjxj?si=a2XVcE1KQKCMWBtpgBPBEw 
PAOLO DI CIOCCIO
Paolo Di Cioccio è oboista, docente di conservatorio e compositore.Ha composto e inciso numerosi lavori pubblicati per Rai Trade, Valle edizioni, Musica Maxima Magnetica, vdm e Aventino Music, tra i vari.Ha fondato, con Giuseppe Campanelli, il gruppo elettropop Le Borg con cui ha realizzato diversi album e concerti dal vivo.Ha scritto musiche per commenti radio televisivi, documentari e teatrali.Oltre l’oboe e i sintetizzatori suona il theremin, a cui ha dedicato 2 album negli anni 2000.Insegna al conservatorio Ottorino Respighi di Latina.

About The Author