La Chance Su Marte, quello che suoniamo ci piace molto e nel tempo abbiamo allargato i nostri orizzonti musicali

“La Chance Su Marte” è un progetto nato nel 2016 composto da 5 ragazzi della città di Ancona. Propone brani originali in italiano appartenenti al genere indie pop con contaminazioni rock. Le influenze principali derivano da artisti sia italiani che stranieri come Motta, i Management, Black Pumas, Frah Quintale e gli Alabama Shakes. Ad oggi il sound si sta evolvendo integrando suoni che derivano dall’Hip Hop, dal soul e dal mondo latino. Il gruppo collabora con le etichette discografiche Ferraresi “Alka Record Label” e “Infecta Suoni & Affini”. È con questa collaborazione che la band ha affinato la scrittura in italiano e deciso il nome “La Chance su Marte”, omonimo del primo singolo. La band ha lavorato in studio con Produttori come Luca Pernici (Ligabue), Manuele Fusaroli (The Zen Circus, Nada, Luca Carboni, Tre Allegri Ragazzi Morti, Il Teatro Degli Orrori, Bugo, Management, Mezzosangue, Giorgio Canali, Le Luci Della Centrale Elettrica) e Michele Guberti. Attualmente “La Chance su Marte” lavora a nuovi progetti e alla produzione di nuovi brani.

UGM: Di tutti i brani che avete pubblicato, c’è una traccia a cui tenete particolarmente ?
La Chance Su Marte:
Ogni brano e ogni disco porta con sé un preciso momento storico della nostra vita e altrettanti ricordi quindi vorremmo rispondere con un brano attuale, quindi dell’ultimo disco. Un brano su cui tutti concordiamo essere il preferito è Diego e Frida. Sia per come si parla dell’amore ma anche per l’arrangiamento strumentale di cui siamo molto soddisfatti.

UGM: Siete mai stati presi dallo sconforto a tal punto di voler smettere ?
La Chance Su Marte:
Direi di no. Ci sono stati momenti difficili, come in qualunque percorso a lungo termine. Suoniamo insieme dal 2013 e abbiamo un progetto indipendente dal 2016, il che significa aver affrontato periodi come quello del lockdown, però nonostante questo l’idea di smettere non ci ha ancora toccato.

UGM: Artisticamente parlando, rifareste tutto oppure avete dei rimpianti ?
La Chance Su Marte:
Dal momento in cui abbiamo fondato il progetto abbiamo portato avanti tutto insieme, prendendo insieme ogni decisione. Abbiamo davvero investito molto cercando di non perdere nessuna occasione, anche le più piccole come i contest locali. Come band non abbiamo rimpianti fino ad ora, poi magari ogni componente avrebbe fatto quella cosa e l’altra no, ma nell’insieme siamo contenti del nostro percorso artistico.

UGM: Scegliete un musicista di rilievo che avreste voluto nel vostro album
La Chance Su Marte:
Difficile sceglierne uno, ci piacerebbe molto avere un artista come Motta in un nostro disco perché lo sentiamo molto “vicino” a noi, seppure lui ora stia avendo tutto il successo che merita.

UGM: Fareste un concerto fuori Italia ? E se sì, dove vi piacerebbe ?
La Chance Su Marte:
Certo! Bè, a livello internazionale una grande fucina di talenti del cantautorato è il Regno Unito, siamo bellissimo un viaggio musicale lì.

UGM: C’è differenza tra ciò che ascoltate e ciò che in realtà suonate ?
La Chance Su Marte:
Oggi meno che in passato. Agli inizi ognuno aveva il suo genere di preferenza e si cercava di convogliarlo nella produzione della band. Oggi quello che suoniamo ci piace molto e nel tempo abbiamo allargato i nostri orizzonti musicali accogliendo generi molto più vicini all’indie-pop che suoniamo, anche se rimaniamo sempre liberi di portare nuove influenze musicali.

About The Author