Mace, fuori venerdì 5 luglio in digitale la versione strumentale di “Maya”

Dopo il successo del suo terzo album in studio, MACE annuncia la pubblicazione della versione strumentale di MAYA, tra i progetti discografici più attenzionati di quest’anno, che sarà disponibile da venerdì 5 luglio in digitale per Island Records / Universal Music Italia.

Tra gli artisti che hanno rivoluzionato il concept di producer album in Italia, con produzioni che nascono da una profonda ricerca ed esplorazione artistica, miscelando elementi e sonorità provenienti da mondi e immaginari lontani, MACE ha lavorato alle strumentali di MAYA attraverso un processo creativo che privilegiasse un lavoro collettivo.

Per la scrittura musicale del disco ha infatti radunato 15 tra i migliori strumentisti italiani all’interno di un casolare in Toscana e gran parte del tappeto sonoro del disco nasce da questa residenza artistica, dall’incontro di idee, intuizioni e suggestioni di alcuni tra i più talentuosi strumentisti italiani guidati dalla direzione dello stesso Mace.

Il producer ha poi processato tutto il materiale raccolto in un secondo momento, arricchendolo di squarci sonori, forti contrasti e frammenti di psichedelia – tra i tratti più identitari della sua cifra stilistica – per immergere l’ascoltatore in un territorio straniante e irreale.

Da venerdì 5 luglio sarà possibile ascoltare nella versione instrumental MAYA, l’ultimo album del producer (certificato disco d’oro) che ha ospitato 28 voci del panorama musicale italiano, esplorato in tutto il suo spettro e saranno presto disponibili le informazioni per pre-ordinarlo nel formato doppio vinile.

MAYA, traducibile con “inganno”, è un termine che nasce dalla filosofia induista per esprimere la grande illusione che avvolge ciò che definiamo comunemente come “reale”, un velo che nasconde la vera Natura delle cose e di noi stessi. Seguire questa visione significa esercitarsi a vedere l’universo come un unico organismo, interconnesso e immateriale, esplorare il mondo dell’inconscio, dell’invisibile, del segreto, scostare leggermente il velo della fisicità in modo da poter liberare lo sguardo sulle cose.

Impalpabile, (quasi) immateriale, la musica ha il potere di condurre altrove, di trasportare chi ne fruisce in dimensioni che evadono dalla realtà che percepiamo come oggettiva, schiudendone la porta. Il nuovo album di MACE nasce, anche, da questa visione, dal desiderio del produttore multiplatino di accompagnare l’ascoltatore in dimensioni immateriali, di percorrere un vero e proprio viaggio attraverso le atmosfere psichedeliche delle produzioni.

Il 18 ottobre 2024 Mace terrà il suo primo concerto al Forum di Milano: un’esperienza extracorporea che condurrà lo spettatore in un viaggio attraverso OBE, OLTRE e il suo prossimo album.
Ad accompagnare Mace in questo viaggio ci saranno musicisti, visual artist e diversi ospiti che si alterneranno sul palco per trasportare il pubblico in un itinerario multi sensoriale. Il concerto è prodotto da Artist First, i biglietti sono disponibili in prevendita su ticketone.it

L’artista è atteso questa estate in diversi appuntamenti dj set in tutta Italia, calendario in aggiornamento:

22.06 – Summer Vibez Festival (Ferrara)
11.07 – Men/Go Music Fest (Arezzo)
20.07 – MercatiGenerali (Catania)
21.07 – Porto Rubino (Tricase Porto – Lecce)
26.07 – Kriptalys Village (Grottaglie – Taranto)
27.07 – Mind Festival (Montecosaro – MC)
13.09 – Spring Attitude Festival (Roma)
21.09 – Lattex Plus (Firenze)

BIOGRAFIA

MACE (pseudonimo di Simone Benussi), è uno tra i più importanti e riconosciuti producer della scena musicale italiana.
Dopo quasi 20 anni come collaboratore dei più importanti rapper e un’intensa carriera da Dj, pubblica nel 2021 “OBE”, il suo primo album colmo di grandi ospiti che ha lasciato un’impronta indelebile nel panorama musicale italiano, anticipato dal singolo “LA CANZONE NOSTRA“, con Salmo e BLANCO che si è affermato tra i brani più iconici dell’ultimo decennio, totalizzando 6 dischi di platino.
“OBE” debutta al primo posto nel mondo della classifica “Global Top 10 Album Debuts” di Spotify (ossia degli album più ascoltati a livello mondiale nelle prime 72 ore di pubblicazione) ed è uno degli album più venduti del 2021, rimasto per ben 14 settimane nella top 10 della classifica Fimi / GfK e certificato doppio disco di platino.
A luglio viene trasmesso in diretta streaming un iconico live realizzato da MACE dall’Arco trionfale della Galleria Vittorio Emanuele II, un evento organizzato con il patrocinio del comune di Milano. Dopo l’esibizione al concerto del Primo Maggio a Roma, ha inizio “OBE Live Tour” – per la prima volta in Italia un producer realizza un tour di questa portata – che porterà MACE in formazione live in tutte le principali città: performance audio-visive concepite come esperienze immersive in cui abbandonarsi completamente, con sezioni più spiccatamente live a cavallo tra i generi – grazie anche ai numerosi ospiti cantanti e musicisti sul palco – ed altre sezioni dall’anima più clubbing, con momenti di elettronica pura, fisica ed ipnotica.
Segue la pubblicazione di “OLTRE”, 12 tracce interamente strumentali che proseguono la ricerca del producer verso le esplorazioni ultrasensoriali e psichedeliche.
Oltre al suo progetto solista, MACE ha prodotto grandissimi successi come “Ho Paura di Uscire 2” di Salmo e Lazza, “Chic” di Izi, “Pamplona” di Fabri Fibra, “10 Ragazze” di Rkomi e Ernia, l’intero album “DNA” di Ghali. La lista degli artisti con cui ha collaborato (che include anche Marracash, Geolier, Mengoni, Venerus, Colapesce, Gue), è davvero estesa e variegata. Nella sua carriera MACE ha attraversato almeno tre grandi momenti musicali contemporanei: l’ascesa del rap dall’underground al dominio totale del mainstream, l’impatto di internet sull’elettronica e la fine della centralità dell’Occidente nel discorso musicale, riuscendo ogni volta ad assumerne le forme e ad apprendere ogni sfaccettatura di queste realtà.
Dopo un’adolescenza attiva nei graffiti, stringe il suo primo sodalizio artistico con l’amico d’infanzia Jack the Smoker, con il quale forma La Crème e pubblica nel 2003 “L’alba”, tutt’ora considerata una piccola pietra miliare del rap italiano. Inizia da qui una lunga serie di collaborazioni con artisti storici come Kaos, Colle Der Fomento e Bassi Maestro.
Il percorso come Dj inizia nel 2007, con la fondazione del collettivo RESET!, con il quale pubblica release su label internazionali, si esibisce in numerosi tour tra Australia, Asia, Uk, Giappone, Ibiza, organizza a Milano warehouse-party con migliaia di clubbers e realizza remix ufficiali per Fatboy Slim e Cassius. La sua indole instancabile e curiosa lo porta ad esplorare il globo attraverso i suoi viaggi in più di 50 paesi – spinto dalla continua esigenza di nuove connessioni umane e culturali – e nuovi stati di coscienza attraverso le sue numerose esperienze psichedeliche e meditative.
Per qualche mese si ferma in Africa, trasferendosi nel 2017 a Johannesburg dove lavora con artisti locali tra i quali Sjava, assieme al quale crea “Umama”, brano afrobeat che raggiunge il numero 1 delle radio in Sudafrica. Sulla label di Diplo (che molte volte ha suonato brani di MACE nei suoi radio show), pubblica un brano con Mc Bin Laden, star del Baile Funk Brasiliano e tiene una residency annuale sulla radio Giapponese Tokyo.Fm.
A febbraio 2024 annuncia “NON MI RICONOSCO”, il nuovo brano con SALMO e il giovanissimo centomilacarie, pubblicato per Island Records / Universal Music Italia, che anticipa “MAYA”, il nuovo album uscito venerdì 5 aprile.

About The Author