“Trauma Infantile” è il nuovo singolo di Dario Margeli

Il testo della canzone vuole indurti, come ascoltatore, a praticare la “mindfulness” focalizzandoti sui sentimenti di tristezza o stanchezza che stai provando. Medita con attenzione su ciò che senti. Come ha osservato la dottoressa Janina Fisher, le persone non solo ricordano le storie, ma memorizzano anche i sentimenti. La canzone ti chiede: questa brutta sensazione che provi corrisponde a qualcosa che sta accadendo in questo momento, o è semplicemente qualcosa che hai imparato da bambino? Il brano inizia con un rilassante assolo di chitarra elettrica suonato dal turnista Hugh Williams di Fernandina Beach in Florida. Le chitarre elettriche si possono ascoltare sulla produzione elettronica retrò stile anni 80, in stile synthwave. L’assolo di chitarra crea un suono più organico e dà alla produzione elettronica un suono caldo. La linea vocale presenta diverse sezioni melodiche memorabili. La melodia è molto originale e si basa su improvvisazioni al pianoforte. I sintetizzatori futuristici sono suonati da Francisco Villafuerte. Il successo di brani come “Blinding Lights” di The Weeknd, dimostra che questo genere di produzioni musicali piace a un’ampia fascia della popolazione.

Puoi anche ascoltare la canzone su YouTube:
https://www.youtube.com/watch?v=yw3E5wcBzmc

il brano “Trauma Infantile” e tratto dal nuovo album “Smooth Jazz Electric Guitar”. Questo è il primo album di Dario Margeli in 5 anni. Nell’album sono presenti brani come “Soffrire è inutile”, che nella sua versione inglese ha ricevuto numerosi passaggi radiofonici negli Stati Uniti d’America.

LInk Spotify per ascoltare l’album:

https://open.spotify.com/album/4TZBKRRnTc9z0JgKboiUr4?si=oxbVBQ85Q9yMEtw5r823xQ

Dario Margeli è un musicista serio. Lavora a lungo al pianoforte o alla chitarra per creare melodie vocali originali. Indaga sulle scale musicali e fa di tutto per assicurarsi che le melodie delle sue canzoni siano originali. A metà degli anni ’80, Dario ha iniziato con lezioni di teoria musicale per diversi anni. Nel 1989 ispirato da dischi come “The Hurting” dei Tears For Fears, Dario decise che voleva scrivere canzoni. Ha imparato da solo a scrivere canzoni studiando spartiti musicali di artisti come Prince o studiando le strutture musicali delle canzoni di gruppi funk, come Chic, Nile Rodgers o Brass Construction. Durante i due decenni successivi, Dario ha preso le distanze dalla musica. La situazione è cambiata quando intorno al 2010 un sito web che aveva creato per dischi in vinile gli ha procurato un’opportunità per lavorare su un paio di album di NowAgain records, una sussidiaria di Stones Throw records. Questo lo ha entusiasmato all’idea di essere di nuovo un musicista. Ha imparato da solo ad usare Pro-tools e a lavorare sulla produzione musicale. Nel 2011 è uscito il suo primo singolo con fantastiche chitarre suonate da Hugh Williams, un musicista di studio della Florida. È stato realizzato un video musicale con un fotografo professionista e una modella. L’anno successivo una sua canzone, Buongiorno fino a quando servo, diventa un successo virale in Italia. I migliori musicisti hanno suonato nelle registrazioni di Dario. Nella seconda metà del decennio, Dario si interessa al buddismo e ad altri insegnamenti spirituali e da quel momento in poi le sue canzoni hanno tutte messaggi positivi e incoraggianti. Attingono dagli insegnamenti di auto-miglioramento. Anche la musica lo riflette, rimanendo  lontano dall’aggressività. Musicalmente, ogni canzone di Dario ha almeno 4 parti melodiche differenti.

About The Author